6 Luglio 2019 | Grotta urlante a Premilcuore

Un “trekking cult”, dal borgo sino al crinale per poi giungere alla grotta urlante

Ormai nota probabilmente a tutto il mondo grazie alla pubblicazione “Wild swimming Italy”, la grotta urlante è un’insenatura scavata nella roccia nel corso dei secoli dall’acqua. Questa fragorosa (urlante) cascata è coronata da un bellissimo ponte a schiena d’asino e un’antica gualchiera, utilizzata in passato per la follatura dei tessuti di lana. Se dieci anni fa ancora ci si poteva godere questo piccolo paradiso in relativa tranquillità, ora non è più così, ma resta comunque un posto da vedere assolutamente!

Ma non vedrete ovviamente solo la cascata perché per giungervi si percorrerà un antico sentiero di crinale percorso da briganti e contrabbandieri nel periodo in cui questa parte di Romagna faceva ancora parte della Toscana. Proprio nella tratta che percorreremo noi un vescovo nel ‘500 venne rapinato di tutti gli averi, nonostante fosse uomo di chiesa. La sua odissea non finì qui, perché alcuni giorni dopo, giunto allo spedale di San Zeno, luogo di sosta dei pellegrini, scoprì amaramente che era stato saccheggiato pure questo, e i letti non c’erano più! L’indole calda, irrequieta e indomabile dei romagnoli è stata definita dal Carducci un “vulcano in permanenza”, e probabilmente non aveva tutti i torti…

L’itinerario si svolge interamente su sentiero segnato. Inizialmente il trekking è un po’ impegnativo per via della lunga salita; noi faremo diverse soste ma per affrontarla al meglio sarebbe opportuno portarsi con sé cibi o bevande zuccherati, facilmente digeribili e che non appesantiscano lo stomaco. Durante il percorso si incontrano alcuni brevi passaggi esposti, che noi percorreremo in sicurezza.

NB
IL BAGNO PER CHI VUOLE SI FARA’ ALLA CASCATA DELLA SEGA, PERCHE’ ALLE GROTTE URLANTI DAL 2016 VIGE IL DIVIETO DI BALNEAZIONE CAUSA PERICOLO CADUTA MASSI.

Dotazione obbligatoria:

  • Scarpe chiuse con suola ben scolpita e antiscivolo, possibilmente alte
  • Pantaloni e calze lunghi
  • Cappello
  • K-Way antivento/impermeabile
  • Pranzo al sacco a cura di ogni partecipante
  • Borraccia (possibilità di rifornimento acqua solo alla partenza a Premilcuore, sono consigliati almeno 1,5-2 litri d’acqua)
  • Torcia o luce frontale

Dotazione consigliata:

  • Per chi già le utilizza: bacchette da trekking
  • Spray repellente naturale insetti e zecche

Dati tecnici percorso:

  • lunghezza totale: km 16
  • dislivello positivo totale: m 850
  • difficoltà: E+ (medio)

Quota di partecipazione a persona: 12€
Numero massimo di partecipanti con baratto: 2

La quota comprende: organizzazione e coordinamento delle attività, assistenza da parte di una guida ambientale escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 42/2000 e successive modifiche.

Luogo di incontro e orari definitivi verranno comunicati via email 2-3 giorni prima dell’evento, previa iscrizione. La guida si riserva sin d’ora la facoltà di modificare l’itinerario in funzione delle condizioni meteo o se la sicurezza del gruppo lo rendesse necessario.